INTERVISTA A Anna Maria Casale

  • 27/04/2016
INTERVISTA A Anna Maria Casale

Psicologa e criminologa, esperta in programmi tv


Che cos’è per Lei l’energia elettrica?

Una fonte di luce e di calore indispensabile

Ha un ricordo personale legato all’energia?

Direi di no

Si considera un risparmiatore energetico?

Non proprio, uso energia elettrica per rifornire tutto ciò che possiedo. Ciò che faccio e cercare di ricordarmi di spegnere le luci superflue in casa ma, premettendo, che sono un’amante della luce in particolar modo della naturale ma in assenza di quella anche quella artificiale.

Cosa fa concretamente per risparmiare energia?

Cerco, per quanto mi è possibile, di impattare meno sull’utilizzo di ciò che è superfluo, in particolare riducendo al minimo il consumo di energia anche termina in casa e nell’ambiente di lavoro.

Cosa illuminerebbe meglio nella sua citta’ o piu’ in generale in Italia?

Più luci ma posizionate meglio, con voltaggi maggiori ed accese negli orari giusti. Vivo a Roma ed è singolare ed anche molto irritante notare che le luci della città sono accese la mattina anche fin verso le 12.00 e poi spente in certe zone di notte, per risparmiare energia. È un controsenso e denota una assoluta mancanza di attenzione al bene comune.

Come renderebbe piu’ simpatici i tralicci dell’ alta tensione?

Rendere simpatico un traliccio mi sembra difficile ma probabilmente renderli colorati potrebbe aiutare, magari colorarli diversamente in base alle zone in cui sono ubicati.

Dia un consiglio a Terna.

Nessuno in particolare.