INTERVISTA A Tommaso Ragno

  • 18/12/2013
INTERVISTA A Tommaso Ragno

Attore


Che cos’è per Lei l’energia elettrica?

Il fuoco rubato agli dei da Prometeo. Qualcosa di prodigioso. Te ne accorgi quando viene a mancare.

Ha un ricordo personale legato all’energia?

Il blackout di alcuni anni fa in Italia. La sua improvvisa assenza, mi pare intorno alle tre del mattino, mi svegliò... i disagi pratici non indifferenti per ospedali, vie di comunicazione e via dicendo, mostrarono tutta la potenza dell'energia assente, di cosa significa per noi non averla.

Si considera un risparmiatore energetico?

Si assolutamente.

Cosa fa concretamente per risparmiare energia?

C'è parecchio mondo che vive quasi senza energia , e credo che per quanto possibile partendo da dettagli si possa fare molto per potersi dire risparmiatore. Costa il farlo. Ma costa molto di più il non farlo. Ad esempio non lascio nulla in stand by a casa.

Cosa illuminerebbe meglio nella sua città o piu’ in generale in Italia?

In generale, illuminerei strade e zone particolarmente pericolose per la viabilità.

Come renderebbe piu’ simpatici i tralicci dell’ alta tensione?

Non so se renderli simpatici. Per me quell'aspetto da scheletro di gigantesco animale preistorico anche un po' minaccioso non mi dispiace. Ispirano rispetto, in un certo senso. Ti ricordano che è anche qualcosa di pericoloso. Toccando il fuoco, ci si può bruciare

Dia un consiglio a Terna.

Investire nella ricerca e insegnare i modi per risparmiare energia. VERONICA GENTILI