“RE-SOURCE”: I BIG DELL’ENERGIA GUARDANO AL FUTURO NEL PARTNERS’ DAY DI SNAM

Per i suoi 75 anni il colosso del gas ha convocato a Milano una giornata di approfondimento, presente anche Terna
  • 09/11/2017
“Re-source”: i big dell’energia guardano al futuro nel Partners’ day di Snam

L’ad Luigi Ferraris: “Per gestire la complessità del cambiamento servono reti sempre più smart e sostenibili”

Nuove sfide e opportunità della transizione energetica al centro della giornata di approfondimento ospitata a Milano da Snam, in occasione dei suoi 75 anni. Tra i protagonisti - oltre ai padroni di casa Carlo Malacarne (presidente) e Marco Alverà (CEO) - i key player italiani e internazionali come Eni, Saipem, A24, Shell e Terna con l’amministratore delegato Luigi Ferraris.

 

“In 75 anni abbiamo imparato tante cose. La più importante: guardare sempre al futuro” era il tema di riflessione che il gestore del gas ha proposto ai suoi partner, davanti alla platea di fornitori, clienti, istituzioni, dipendenti, media, investitori e mondo accademico. E proprio sugli scenari futuri, si sono concentrati gli interventi della mattinata nell’auditorium del Museo della scienza e della tecnica. A partire da quello del presidente di Cassa depositi e prestiti, Claudio Costamagna, che ha rilevato come “un sistema di infrastrutture moderno, flessibile e sempre più interconnesso” con l’Unione Europea sia un “asset fondamentale per la competitività del nostro Paese”.  

In quest’ottica, ha sottolineato Ferraris, serviranno sempre più investimenti in digitalizzazione, innovazione e sostenibilità. Terna è pronta a fare la sua parte con “otto e più miliardi di euro in dieci anni e un piano di sviluppo che mette al centro la sostenibilità”. “Dobbiamo tener conto dell’impatto ambientale e agire sempre di più con le comunità locali, in uno sforzo di coinvolgimento delle istituzioni” ha fatto notare il numero uno di Terna. Secondo Ferraris, come tutte le infrastrutture strategiche, anche la rete elettrica “si dovrà attrezzare per gestire una sempre maggiore quantità di dati e una complessità crescente di scenario”. Un altro aspetto fondamentale, in questo contesto, è quello della sicurezza che vede Terna “come Snam impegnata in un rapporto di stretta collaborazione con le forze dell’ordine”.

 

Davanti alla transizione energetica il gas rappresenta di certo una “soluzione cruciale, almeno per un certo numero di anni”, è stato il parere condiviso da Ferraris con molti dei relatori. Ma per gestire al meglio le sfide comuni serviranno “un sempre migliore coordinamento e un’azione in sintonia” dei principali attori energetici. Su più tavoli, anche e soprattutto con le istituzioni.

 

In occasione di questo primo Partners’ day, Snam ha inaugurato la mostra “Re-Source. Il gas naturale nel futuro dell’energia”, che sarà aperto al pubblico al Museo della scienza e della tecnologia “Leonardo Da Vinci” di Milano dal 10 novembre 2017 al 6 gennaio 2018.