ELETTRODOTTO SORGENTE-RIZZICONI

inaugurata la nuova stazione di Scilla.
  • 17/12/2014
Elettrodotto Sorgente-Rizziconi

L’ammodernamento della struttura che risaliva agli anni ’60 è stato realizzato a Terna Rete Italia in 5 anni.

Nuovo corso per l’energia elettrica a Scilla. E’ stata infatti inaugurata nella cittadina della provincia di Reggio Calabria la stazione realizzata da Terna Rete Italia, un’opera facente parte dell’importante elettrodotto 380 kv Sorgente-Rizziconi, che la Società sta costruendo tra Calabria e Sicilia e che, una volta terminato nel 2015, consentirà maggiore stabilità, sicurezza, qualità ed efficienza dell’intero sistema elettrico dell’area. A Scilla la precedente stazione risaliva agli anni ’60 e i lavori per il suo ammodernamento necessario erano iniziati nel 2009, impegnando nel corso di questi 5 anni oltre al personale di Terna Rete Italia più di 20 persone esterne al giorno. La nuova stazione consiste in due edifici prefabbricati, uno adibito al contenimento delle apparecchiature 380 kV e dei quadri di comando e controllo, l’altro dedicato all’ingresso delle linee elettriche in media tensione che alimentano i servizi ausiliari. Di particolare rilievo anche l’aspetto dell’impatto ambientale: i nuovi edifici sono stati infatti realizzati con pannelli finiti con mattoncini in cotto mentre i muri di recinzione dell’impianto e i muri interni sono stati rivestiti con lastre di pietra naturale. Tornando all’elettrodotto Sorgente-Rizziconi, come evidenziato anche dal “Quotidiano di Reggio Calabria” e dalla “Gazzetta del Sud” in particolare, questa infrastruttura elettrica determinerà un utilizzo degli impianti di produzione più efficienti del Sud Italia, aumentando la concorrenza e determinando quindi un abbassamento del prezzo dell’energia che si tradurrà ad un risparmio di circa 600 milioni di euro l’anno grazie all’annullamento del differenziale di prezzo dell’energia in Sicilia, notevolmente superiore rispetto al resto d’Italia. Claudio Barnini